vai al working people
LIPU - LEGA ITALIANA PROTEZIONE UCCELLI

lipu trieste

La LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) è un’associazione ambientalista di livello  nazionlipu triesteale, partner italiano della più importante associazione internazionale di protezione dell’avifauna e dei suoi habitat: Birdlife International.
La scelta di utilizzare l’avifauna come obiettivo centrale delle sue attenzioni protezionistiche, la LIPU l’ha fatto in quanto proprio gli uccelli sono uno dei bioindicatori più precisi e più facili da monitorare.

Per valutare lo stato di conservazione di un determinato ambiente vengono infatti utilizzate il numero di coppie nidificanti di determinate specie, scelte tra quelle caratteristiche di un’area o tra quelle particolarmente minacciate.
Ma non solo le specie nidificanti, un posto può essere importante anche perché strategico lungo le rotte di migrazione (si pensi allo stretto di Messina), oppure perché  fondamentale per determinate specie come luogo di svernamento (si pensi alle Lagune di Grado e Marano).
Quindi le diverse specie di uccelli e la loro maggiore o minore abbondanza diventano indici che permettono di valutare la qualità di un sito.
Ovviamente per avere a disposizione tali dati di abbondanza o scarsità sono necessari monitoraggi regolari effettuati da persone competenti, semplici appassionati o professionisti specializzati.

Su questo concetto si basa anche il concetto di IBA (Important Birds Area), cioè di aree particolarmente importanti (come aree di nidificazione, sosta durante le migrazioni, svernamento) per gli uccelli e ZPS (Zone a Protezione Speciale), che dovrebbero essere la naturale evoluzione delle IBA, secondo quanto espresso dalla Direttiva Uccelli.

Questa direttiva emessa dalla Comunità Europea (Direttiva 79/409/EEC) rappresenta uno dei due pilastri legali della conservazione della Biodiversità europea. Il suo scopo è "la conservazione di tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli stati membri…".
La direttiva richiede che le popolazioni di tutte le specie vengano mantenute a un livello adeguato dal punto di vista ecologico, scientifico e culturale pur tenendo conto
delle esigenze economiche e ricreative.
La Direttiva protegge tutte le specie di uccelli selvatici vietandone la cattura, l'uccisione, la distruzione dei nidi, la detenzione di uova e di lipu triesteesemplari vivi o morti ed il disturbo ingiustificato ed eccessivo. E' tuttavia riconosciuta la legittimità della caccia ad alcune specie.

Per quanto riguarda la provincia di Trieste, è stata identificata l’IBA Carso Triestino che in parte è stata compresa nella Zone di Protezione Speciale “Carso”.
Le attività svolte dalla LIPU sono di monitoraggio della fauna, sia in ambito urbano che in ambiti esterni alla città.
Oltre a queste ricerche, la Lipu lavora anche sull’educazione ambientale, organizzando
corsi volti ad insegnare anche a chi non vi aveva mai fatto caso prima, quanto sia bello il territorio e quanto ricco in Natura. Ma soprattutto cerca di insegnare a vedere la Natura che sta intorno all’uomo, molto spesso, non osserva e non conserva con la dovuta attenzione.